Università degli Studi di Pavia

Dipartimento di Studi Umanistici

HomeDipartimentoDocenti › Morandi Matteo

Morandi Matteo

Qualifica:
Ricercatore
Ricevimento:
si prega di contattare il docente via mail
E-mail:
matteo.morandi (at) unipv.it
Telefono:
+39 0382 986330
Dipartimento:
Dipartimento di Studi Umanistici - Sez. di Filosofia

Elenco corsi

2021/2022
PEDAGOGIA GENERALE
2021/2022
Pedagogia generale –a (composto da I, II e III p [...]
2021/2022
Storia della pedagogia

+ Altri anni accademici

2020/2021
Storia della pedagogia
2019/2020
Storia della pedagogia
2019/2020
Storia della pedagogia (II parte)

Elenco appelli e prove

Per visualizzare l'elenco degli appelli, andare alla pagina dedicata.

Curriculum

Laureato cum laude in Storia contemporanea all’Università di Bologna nel 2002 (Premio Miglior studente della Facoltà di Lettere e Filosofia), nel 2006 consegue un primo dottorato di ricerca in Storia presso l’Università di Pisa e nel 2013 un secondo dottorato in Istituzioni, idee, movimenti politici nell’Europa contemporanea all’Università di Pavia.

Nel 2007 è assegnatario di una borsa di ricerca presso l’Ateneo pavese e, dal medesimo anno accademico, sempre per la stessa Università, è professore a contratto di vari insegnamenti pedagogici nei diversi percorsi di formazione post lauream dei docenti di scuola secondaria. Nell’a.a. 2012-13 è professore a contratto di Docimologia presso l’Università della Valle d'Aosta e, tra il 2014 e il 2018, di Pedagogia generale e sociale per il corso di laurea in Scienze motorie dell’Università di Pavia (sedi di Pavia e Voghera). Per gli aa.aa. 2016-18 è anche professore a contratto dell’insegnamento Psicopedagogico per il corso di laurea magistrale in Scienze e tecniche dello sport dell’Ateneo pavese (sede di Voghera).

Dal 1° luglio 2018 è ricercatore tdA di Storia della pedagogia a Pavia, dove insegna Storia della pedagogia nel Dipartimento di studi umanistici e Pedagogia generale e sociale nel corso di laurea in Scienze motorie. Attualmente è anche assegnatario di un contratto per l'insegnamento di Didattica delle attività motorie all'Università della Valle d'Aosta.

Il 30 marzo 2017 consegue l’abilitazione scientifica nazionale a professore di seconda fascia per il Settore concorsuale 11/D1 – M-PED 01/M-PED 02.

Nel 2007 si classifica secondo al Premio di studio indetto dalla Fondazione Grand’Ufficiale Costantino Canneti di Mantova per la tesi di dottorato Garibaldi, Virgilio e il violino. La costruzione dell’identità locale a Cremona e Mantova dall’Unità al primo Novecento e nel 2014 ottiene il Premio Anci-Storia per il volume Cremona civilissima. Storia di una politica scolastica (1860-1911) (Pisa, Ets, 2013). Nel 2018 vince il Premio italiano di pedagogia Siped nella sezione Storia della pedagogia, soci cooptati, per il volume Alfredo Puerari e il Cremonese 1715. Un caso di educazione al patrimonio culturale (Cremona, Edizioni Museo del Violino, 2017).

Dal 2014 è membro del Cirse (Centro italiano per la ricerca storico-educativa) e della Siped (Società italiana di pedagogia), del cui Consiglio direttivo è stato eletto componente nel gennaio 2021.

Dal 2019 fa parte della Giunta del Dipartimento di Studi umanistici dell'Università di Pavia.

Temi di ricerca

I suoi principali interessi di ricerca vertono sulla storia della scuola, del suo assetto ordinamentale e disciplinare e delle politiche municipali in tema d’istruzione, tra locale e nazionale e tra essere e dover essere, nonché sullo studio delle pratiche scolastiche, della documentazione archivistica e della materialità didattica. Inoltre, è studioso dei processi identitari e delle loro potenzialità educative, di storia delle professioni e degl’itinerari professionalizzanti secondo un approccio formativo, attento tanto agli aspetti espliciti quanto a quelli latenti.

Pubblicazioni

Monografie

con V. Leoni, Il Collegio dei ragionieri di Cremona e provincia. Origini e storia della professione, Cremona, Collegio dei ragionieri del circondario di Cremona e Crema, 2006.

Garibaldi, Virgilio e il violino. La costruzione dell’identità locale a Cremona e Mantova dall’Unità al primo Novecento, Milano, FrancoAngeli, 2009.

con M. Ferrari ed E. Platé, Lezioni di cose, lezioni di immagini. Studi di caso e percorsi di riflessione sulla scuola italiana tra XIX e XXI secolo, Parma, Junior-Spaggiari, 2011.

Cremona civilissima. Storia di una politica scolastica (1860-1911), Pisa, Ets, 2013.

La scuola secondaria in Italia. Ordinamento e programmi dal 1859 ad oggi, Milano, FrancoAngeli, 2014.

con M. Ferrari, I programmi scolastici di ‘educazione fisica’ in Italia. Una lettura storico-pedagogica, Milano, FrancoAngeli, 2015.

Alfredo Puerari e il Cremonese 1715. Un caso di educazione al patrimonio culturale, Cremona, Edizioni Museo del Violino, 2017.

con M. Ferrari e M. Falanga, Valutazione scolastica. Il concetto, la storia, la norma, Brescia, ELS La Scuola, 2018.

con M. Ferrari e G. Matucci, La scuola inclusiva dalla Costituzione a oggi. Riflessioni tra pedagogia e diritto, Milano, FrancoAngeli, 2019.

Mario Guarneri. Profilo di un educatore, Castelverde, Comune di Castelverde, 2019.

Bambini per un anno. Immagini d'infanzia a Cremona fra Ottocento e Novecento, Roma, Comitato italiano per l'Unicef, 2019.

con V. Leoni, I farmacisti di Cremona. Storie di formazione, impegno, professionalità, Cremona, Ordine dei farmacisti della provincia di Cremona, 2019 [ma 2021].

Curatele

con M. Ferrari, Documenti della scuola tra passato e presente. Problemi ed esperienze di ricerca per un’analisi tipologica delle fonti, Azzano San Paolo, Junior, 2007.

con M. Ferrari e G. Panizza, I beni culturali della scuola: conservazione e valorizzazione, sezione monografica degli «Annali di storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche», 15 (2008), pp. 11-191.

con A. Arisi Rota e M. Ferrari, Patrioti si diventa. Luoghi e linguaggi di pedagogia patriottica nell’Italia unita, Milano, FrancoAngeli, 2009.

con V. Leoni, I professionisti a Cremona. Una storia pluricentenaria, Cremona, Libreria del Convegno, 2011.

Formare alle professioni. Commercianti e contabili dalle scuole d’abaco ad oggi, Milano, FrancoAngeli, 2013.

Ringiovanire per crescere. Cinque storie d’imprenditori: la loro esperienza e la loro visione della cultura del lavoro per un’Italia protagonista nei mercati internazionali, Brescia, Associazione industriale bresciana, 2015.

Infanzia e carità a Cremona. Saggi in memoria di Gianfranco Carutti, Cremona, Kiwanis club Cremona, 2015.

Corpo, educazione fisica, sport. Questioni pedagogiche, Milano, FrancoAngeli, 2016.

con M. Ferrari e G. Fumi, Formare alle professioni. I saperi della cascina, Milano, FrancoAngeli, 2016.

con M. Ferrari, Le cose e le loro lezioni. Itinerari di analisi pedagogica in prospettiva diacronica, Mantova, Comune di Mantova, 2017.

con T. Grange, L’educazione di genere fra teoria e prassi: itinerari di ricerca sull’infanzia, in «Pedagogia e vita», 77 (2019), 1, pp. 161-245.

con M. Ferrari, Espressioni dell’identità. Processi e analisi in educazione, Milano, FrancoAngeli, 2019.

con M. Ferrari e F. Piseri, Maestri e pratiche educative in età umanistica. Contributi per una storia della didattica, Brescia, Scholé, 2019.

con M. Ferrari, Dossier Plurilinguismo e registri di comunicazione in contesti formativi (secc. XV-XX), in «Studi sulla formazione», 22 (2019), 1, pp. 7-51.

con M. Ferrari, Filosofia ed educazione: per rifondare il concetto di humanitas, in «Civitas educationis», 8 (2019), 1, pp. 13-98.

con M. Ferrari, Maestri e pratiche educative dalla Riforma alla Rivoluzione francese. Contributi per una storia della didattica, Brescia, Scholé, 2020.

con M. Ferrari, Maestri e pratiche educative dall'Ottocento a oggi. Contributi per una storia della didattica, Brescia, Scholé, 2020.

con M. Ferrari, R. Casale e J. Windheuser, La formazione degli insegnanti della secondaria in Italia e in Germania. Una questione culturale, Milano, FrancoAngeli, 2021.

Articoli di rivista e saggi in volume (degli ultimi cinque anni)

Il sistema nazionale della pubblica istruzione: una storia italiana, in Costituzione e istruzione, a cura di G. Matucci e F. Rigano, Milano, FrancoAngeli, 2016, pp. 13-27.

Par corps, in Corpo, educazione fisica, sport. Questioni pedagogiche, a cura di M. Morandi, Milano, FrancoAngeli, 2016, pp. 7-21.

Snodi identitari di una materia scolastica, ivi, pp. 56-71.

Insegnare la corporeità: dieci docenti cremonesi si raccontano, ivi, pp. 220-237.

con M. Ferrari e G. Fumi, Saperi e professioni della ‘cascina’. Sguardi spazio-temporali, in Formare alle professioni. I saperi della cascina, a cura di M. Ferrari, G. Fumi e M. Morandi, Milano, FrancoAngeli, 2016, pp. 7-23.

Culture e saperi: coesistenze e costruzioni, ivi, pp. 138-139.

«Per religiosità di cristiani principi». Parroci maestri d’agricoltura nel primo Ottocento italiano, ivi, pp. 160-171.

La voce «Lavoro manuale» nell’enciclopedismo pedagogico di fine ’800: una comparazione Italia-Francia, in «Rivista di storia dell’educazione», 3 (2016), 1, pp. 11-25.

La lezione delle cose in prospettiva ermeneutica, in Contributi per una pedagogia dell’infanzia. Teorie, modelli, ricerche, a cura di A. Bobbio e A. Traverso, Pisa, Ets, 2016, pp. 35-48.

In alternativa allo statuto. La produzione normativa dell’Università casatiana, in Almum Studium Papiense. Storia dell’Università di Pavia, a cura di D. Mantovani, II, t. 2: Dalla Restaurazione alla Grande guerra, Milano, Cisalpino, 2017, pp. 1095-1096.

Saverio De Dominicis e l’insegnamento della Pedagogia, ivi, pp. 1275-1276.

Istruzione professionale, formazione al lavoro, università, in Tra città e territorio. L'attività della Camera di Commercio di Cremona nei secoli XIX-XX, a cura di G. Vigo e V. Leoni, numero monografico del «Bollettino storico cremonese», n.s., 20 (2015-2017), pp. 177-200.

Agenzie educative e beni culturali: studi di caso in territori particolari, in Le cose e le loro lezioni. Itinerari di analisi pedagogica in prospettiva diacronica, a cura di M. Ferrari e M. Morandi, Mantova, Comune di Mantova, 2017, pp. 20-28.

La scuola per l’infanzia a Mantova e le sue fonti: breve profilo storico-bibliografico, ivi, pp. 31-35.

con M. Ferrari ed E. Platé, Le collezioni mantovane, ivi, pp. 36-70.

Cosa ci possono insegnare oggi collezioni di materiali didattici, ivi, pp. 200-205.

L’educazione fisica nella scuola italiana. Storia di una straniera, in «La Ricerca», n.s., 6 (2018), 14, pp. 6-11.

Storie di vita e d’impresa tra XX e XXI secolo. Un percorso pedagogico, in «Annali di storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche», 25 (2018), pp. 291-305.

con T. Grange, Le ragioni di un dialogo, in «Pedagogia e vita», 77 (2019), 1, pp. 161-165.

Maschile e femminile: ottant’anni di educazione fisica per l’infanzia in Italia (1833-1914), ivi, pp. 192-204.

Soggetto o complemento? Ruolo e funzioni del corpo nel corpo nel curricolo scolastico, in Espressioni dell’identità. Processi e analisi in educazione, a cura di M. Ferrari e M. Morandi, Milano, FrancoAngeli, 2019, pp. 183-202.

con M. Taiana, Il laureato in scienze motorie: confini identitari e sfide della professione, ivi, pp. 245-256.

L’identità come itinerario di ricerca: alcune possibili risposte della Storia dell’educazione, ivi, pp. 297-311.

La volontà rivisitata. Leonida Bissolati e le origini dell’Istituto Ala Ponzone di Cremona (1882-85), in «Rivista di storia dell’educazione», 6 (2019), 1, pp. 43-54.

con M. Ferrari e F. Piseri, Maestri, pratiche, didattica. Tre parole per una storia, in Maestri e pratiche educative in età umanistica. Contributi per una storia della didattica, a cura di M. Ferrari, M. Morandi e F. Piseri, Brescia, Scholé, 2019, pp. 5-30.

Le origini della storia della scuola medievale in Italia. Spunti di storiografia pedagogica, ivi, pp. 73-94.

con M. Ferrari, Introduzione al Dossier Plurilinguismo e registri di comunicazione in contesti formativi (secc. XV-XX), in «Studi sulla formazione», 22 (2019), 1, pp. 7-8.

La questione del dialetto in Giuseppe Lombardo Radice, ivi, pp. 43-51.

Valutare gli alunni nella scuola dell’inclusione: una ricognizione storico-normativa, in Diritto all’istruzione e inclusione sociale. La scuola «aperta a tutti» alla prova della crisi economica, a cura di G. Matucci, Milano, FrancoAngeli, 2019, pp. 227-243.

con M. Ferrari, Introduzione. Un progetto di lavoro in fieri, in «Civitas educationis», 8 (2019), 1, pp. 15-19.

Luigi Credaro e la pedagogia scientifica: i temi della prolusione romana del 1903, ivi, pp. 33-49.

Il Sessantotto della docimologia. Una nota sull'osservatorio di «Scuola e città», in «Educazione. Giornale di pedagogia critica», 8 (2019), 2, pp. 33-50.

La scuola a Cremona all'indomani della legge Casati. Curricoli e corpo docente, in «Annali di storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche», 26 (2019), pp. 88-102.

«Come se foste in guerra coi ragazzi». La valutazione scolastica e il Sessantotto in Italia, in Autorità in crisi. Scuola, famiglia, società prima e dopo il '68, a cura di T. Pironi, Roma, Aracne, 2020, pp. 295-302.

con M. Ferrari, Metodi e prassi per insegnare e apprendere in età moderna, in Maestri e pratiche educative dalla Riforma alla Rivoluzione francese. Contributi per una storia della didattica, a cura di M. Ferrari e M. Morandi, Brescia, Scholé, 2020, pp. 5-33.

«Uno sbocciare lento, ma costante». Gli albori della storiografia scolastica sull’età moderna in Italia, ivi, pp. 37-58.

con M. Ferrari, Didattiche del contemporaneo, in Maestri e pratiche educative dall’Ottocento a oggi. Contributi per una storia della didattica, a cura di M. Ferrari e M. Morandi, Brescia, Scholé, 2020, pp. 5-22.

Dar voti a scuola. Appunti per una storia, ivi, pp. 99-127.

Valletti Felice, in Dizionario biografico degli italiani, Roma, Istituto della Enciclopedia italiana, 98, 2020, ad vocem.

Umanisti e Umanesimo nella letteratura storico-pedagogica italiana dall'Unità alla Grande guerra, in «Annali di storia dell’educazione e delle istituzioni scolastiche», 27 (2020), pp. 121-133.

con M. Turrini, Cremona: dalla Scuola di Paleografia musicale alla Facoltà di Musicologia di Pavia, in Almum Studium Papiense. Storia dell'Università di Pavia, a cura di D. Mantovani, III, t. 1: Il Ventesimo secolo, Milano, Cisalpino, 2020, pp. 513-524.

Apologo di un 'insegnante operaio', ovvero le sollecitazioni di una mostra, in Cesare Lazzarini. Dalla parte dei vinti, a cura di I. Lazzarini, Mantova, Publi Paolini, 2020, pp. 27-33.

«Santa Lucia, via del Paradiso. Cielo». Una storia inattuale di rieducazione ai sentimenti, in Ripensare gli anni Ottanta e Novanta. Infanzie e adolescenze in divenire, a cura di M. Lucenti, Genova, Genova University Press, 2021, pp. 39-49.

Una lezione particolare. Alfredo Puerari e la caduta del fascismo a Cremona, in «Studi sulla formazione», 24 (2021), 1, pp. 19-40.

con M. Ferrari, R. Casale e J. Windheuser, Introduzione. Modelli di formazione docente: casi nazionali e loro interazioni, in La formazione degli insegnanti della secondaria in Italia e in Germania. Una questione culturale, a cura di M. Ferrari, M. Morandi, R. Casale e J. Windheuser, Milano, FrancoAngeli, 2021, pp. 7-19.

Questioni di lungo periodo nella formazione docente del grado secondario in Italia (1862-2015), ivi, pp. 63-77.

Dipartimento di Studi Umanistici

Università degli Studi di Pavia
Segreteria amministrativa: Piazza Botta, 6 - 27100 Pavia
Segreteria didattica: Corso Strada Nuova, 65 - 27100 Pavia
Sezioni del Dipartimento
Email: webmaster.lettere (at) unipv.it